Costruiamo un insetto di cartapesta!

Consigli per la Community FunLab: questo progetto è il primo di una serie di idee creative per divertirsi usando la classica arte della cartapesta. Partiamo con un progetto facile per familiarizzare con la tecnica. La cartapesta richiede l’aiuto di un adulto che supervisiona e richiede un po’ di pulizia alla fine ma il risultato finale vale lo sforzo e il tempo  impiegato.

1.     Prepara l’area di lavoro. Proteggila con un foglio di plastica o con il telo  ALEX Toys® Drop Cloth , appositamente studiato per queste attività.

2.     Mettete ai vostri bambini un vestito vecchio o usate un grembiule per tenerli puliti ed evitare disastri.

3.     La cartapesta fatta in casa può resistere fino a una settimana in frigorifero se ben sigillata.

4.     Elenchiamo alcuni suggerimenti per la creazione delle forme, per esempio la scatola dei cereali è perfetta per fare delle ali e le cannucce sono ideali per fare le zampe. Siccome questo è un progetto introduttivo la nostra forma sarà fatta usando un palloncino. Usa la tua immaginazione per convertire rifiuti di casa in parti del corpo dell’insetto. E’ un gran modo per riciclare.

Necessario:

Giornale Cannucce Occhietti ballerini
Scatole di cereali Steli di ciniglia Bottoni
Nastro adesivo Tempere acriliche Pom-pon
Palloncini Colori 3-D Colla

Fase 1: All’inizio si costruisce la forma dell’insetto. Decidi quale insetto vuoi costruire e gonfia un paio di palloncini. Non ci sono palloncini in casa?  Si può anche usare una palla fatta con il giornale e coperta con il nastro adesivo.  Ricorda che i palloncini piccoli sono difficili da ricoprire uniformemente.

Fase 2: Ritaglia le ali dalla confezione di cartone. Usiamo le scatole dei cereali perchè possiamo sfruttare l’angolo della confezione per simulare il movimento delle ali incollando la parte superiore al palloncino con il nastro adesivo.

Fase 3: E’ ora di fare l’impasto! Questo passaggio richiede la supervisione dei genitori, visto che bisogna cuocere. Bollite 500 ml d’acqua. Nel frattempo mescolate altri 500 ml di acqua fredda con 75 grammi di farina. Mescolate bene la miscela di acqua fredda e farina e versatela lentamente nell’acqua calda fino a bollitura. Togliete dal fuoco e aggiungete 40 grammi di zucchero mescolando il tutto. Lasciate raffreddare (siate sicuri che si sia raffreddato completamente prima di utilizzarlo per evitare bruciature). Se siete in una zona molto umida aggiungete un po’ di sale per evitare la crescita di muffa. Il vostro impasto è pronto per l’uso.

Fase 4: Strappate il vecchio giornale in strisce di 4×13 centimetri circa. E’ meglio strappare che tagliare perchè i pezzi copriranno meglio il palloncino.

Fase 5: Preparate una zona di lavoro. Questa è la parte in cui si sporca per ciò ricorda di proteggere la zona. Trasferite l’impasto in un piatto. Intingete le strisce di carta nell’impasto  e rimuovete l’eccesso di impasto con due dita in modo che il palloncino non sia troppo bagnato. Coprite tutto il palloncino con le strisce di carta e lasciatelo asciugare, appoggiandolo su un bicchiere. E’ necessario lasciare asciugare il palloncino, idealmente tutta la notte.


NOTA: L’asciugatura è un passaggio molto importante e delicato. Il palloncino è una forma facile per i principianti ma ha un difetto: può scoppiare quando la cartapesta è ancora bagnata e l’insetto collassare.  Per evitare che il palloncino scoppi, diamo due suggerimenti. Primo: usate palloncini spessi e di buona qualità. Secondo: evitate cambiamenti di temperatura quando la cartapesta è bagnata. Ad esempio non mettete il palloncino coperto di cartapesta bagnata sotto il sole altrimenti si espanderà e la cartapesta si romperà. Lo stesso avverrà se al contrario si metterà il palloncino con la cartapesta ancora bagnata al freddo, si ritirerà e la cartapesta si piegherà. Raccomandiamo quindi di iniziare con più di un palloncino così da non perdere tutto il lavoro se succede qualcosa.

Fase 6: Ripetete la fase 5 per un minimo di due volte. Il vostro palloncino dovrebbe avere una copertura rigida. Se ci sono ancora zone morbide aggiungete un altro strato di giornale bagnato con l’impasto.

Fase 7: Decidete se volete aggiungere le zampe e le antenne. Noi usiamo cannucce e steli di ciniglia ma potete usare qualsiasi cosa avete in casa per aggiungere dettagli e rendere l’insetto più autentico. Attaccate le antenne e le zampe usando il nastro adesivo. Quindi coprite il nastro adesivo con un altro strato di giornale bagnato con l’impasto.

Fase 8: Una volta che l’insetto è asciutto, usate la pittura acrilica per decorarlo. Lasciate asciugare.

Fase 9: Aggiungete la faccia usando occhietti ballerini e colori 3-D.  Anche pom-pon e bottoni sono utile.

Curiosità FunLab: Lo sapevi che la cartapesta ha origine in Cina ed era usata per fare gli elmetti?

Scopri altre idee creative