Jolly Phonics: inglese per bambini con un valido metodo

Jolly phonics
Far imparare l’inglese ai propri figli, nel metodo meno stressante ma più efficace possibile, è da sempre un obiettivo di tutte le mamme che vogliono evitare ai figli il grande fardello dell’apprendimento (sudato) della lingua “da grandi”.

Una grossa preoccupazione, soprattutto in Italia, è l’insegnamento corretto dei suoni (come si pronuncia?) e la comprensione dell’inglese parlato.
Del resto, anche noi mamme che abbiamo imparato l’inglese a scuola anni fa con il metodo classico the pen is on the table, siamo in grado di leggere praticamente tutto… Ma quando si tratta di capire un madre lingua che ci parla? E quando si tratta di pronunciare?

Diciamocelo: che l’inglese sia una lingua semplice è uno stereotipo dei tempi passati. Sarà anche vero che l’inglese ha una grammatica più facile dell’italiano ma dal punto di vista dei suoni, è molto ma molto più complicato: con i suoi 42 suoni e infinite tricky words (ovvero i casi particolari) fa sudare i ragazzi e gli adulti che da molto imparano l’inglese.

Inglese per bambini
Una risposta alle difficoltà dei nostri piccoli madrelingua italiani per l’insegnamento della lettura, scrittura e pronuncia dell’inglese si trova nei metodi fonetici. In Italia Jolly Phonics, metodo per insegnare l’inglese ai bambini, sta prendendo piede velocemente e efficacemente. Si tratta di un metodo divertente e multisensoriale utilizzato già dagli anni 70 nelle scuole elementari inglesi. Si tratta quindi di un metodo che è utilizzato per gli stessi madrelingua e che ha, proprio per questo, innumerevoli vantaggi per i bimbi che lo utilizzano per imparare l’inglese come seconda lingua.

Con il metodo fonetico, l’inglese viene insegnato partendo dai suoni (letter sounds) ovvero i mattoni su cui vengono costruite le parole.

Corsi di inglese per bambini
FunLab organizza corsi di inglese fonetico per bambini, è distributore per l’Italia dei libri della casa editrice Jolly Learning, utilizzati per l’insegnamento dell’inglese con il metodo Jolly Phonics .

A Milano, il metodo Jolly Phonics viene utilizzato in moltissime scuole primarie pubbliche e private ma anche in scuole dell’infanzia, ultimo anno, corrispondente a Kindergarden/Reception in UK/US

FunLab utilizza il metodo da diversi anni e non possiamo che esserne entusiasti. Per questo volevamo parlarvene: è esattamente ciò che serve per i bimbi dai 4 ai 10 anni, per sviluppare una base robusta e definitiva dei pilastri della lingua inglese. Noi affianchiamo il metodo a movimenti, musica, craft activities, arte (il programma language through art), story telling…

Come funziona il metodo Jolly Phonics?
Il metodo fonetico Jolly Phonics ha quattro obiettivi principali:

  • CONOSCERE I SUONI. Vengono insegnati i 42 suoni fondamentali della lingua inglese (in gruppi di sei suoni). I fonemi sono insegnati in ordine tale per cui dopo il primo gruppo di suoni i bimbi siano in grado di “creare “ e identificare le prime paroline.
  • SCRIVERE LE LETTERE CHE CORRISPONDONO AL SUONO.
    Utilizzando diversi metodi multisensoriali, i bimbi imparano come
    formare e scrivere correttamente le lettere che rappresentano i singoli
    suoni. La lettera c è una delle prime introdotte in quanto ha la forma di
    base per formare altre lettere, per esempio la d.
  • BLENDING: COMPORRE LE PAROLE. Il blending dei suoni verrà inserito dopo che i bimbi hanno imparato 18 suoni ed è una delle aree più delicate del programma. Si tratta del processo tramite il quale il
    bambino mette in successione i suoni precedentemente imparati per formare una parola. Per esempio: si imparano i suoni d, o, g e quindi si forma la parola dog (d + o + g). Vengono anche introdotti i di-graph ovvero i suoni che sono di fatto composti da due lettere (1 suono=2 lettere; r-ai-n oppure f-ee-t).
  • INDENTIFICARE I SUONI NELLE PAROLE. Questa rappresenta l’abilità speculare rispetto al Blending, e ne integra l’obiettivo di
    conoscere i suoni, leggere e scrivere. Il bambino identifica singoli suoni
    compongono una parola: dapprima si parte in modo giocoso con parole
    semplici con 3 lettere: cat, hot

Così i bambini sviluppano capacità di comprensione della lingua inglese parlata ( comprehension ) e di pronuncia dei suoni esattamente come vengono riprodotti da inglesi madrelingua.

Se interessati ad avere maggiori informazioni sui corsi o circa il metodo di insegnamento dell’inglese per bambini contattateci al numero 3296211649 oppure via email all’indirizzo myfunlab@gmail.com.

Scopri altre idee creative

4 Commenti

  1. Meghan
    13 aprile 2015 at 9:57 pm Rispondi

    Conosco il metodo, miei tre figli in Italia (sono inglese ma vivo in Italia) lo usano a school.
    Ottimi risultati,,, il grande di 11 anni canta ancora i canzoncini

    • FunLab
      19 aprile 2015 at 2:44 pm Rispondi

      grazie, in effetti spesso abbiamo avuto feedback sull’incisività del metodo che essendo appunto multisensoriale è ideale per i bambini… e le canzoncine sono un elemento importante!

  2. Sara
    17 aprile 2015 at 8:53 pm Rispondi

    Articolo interessante, non conoscevo il metodo.

    • FunLab
      19 aprile 2015 at 2:39 pm Rispondi

      grazie Sara, continua a seguirci per ulteriori informazioni sulle potenzialità del metodo fonetico Jolly Phonics 😉